“Imagine”. Vallisa- 21 dicembre 2016

imagine

Usi, costumi e società negli anni ’60 e ’70 del Novecento raccontati per immagini e musica con il “Carosello” di Franco Liuzzi, la moda con Patrizia Calefato e la musica del Vintage Project Trio.

Una produzione dell’Associazione Murattiano.

Non conosciamo modo più efficace di raccontare usi e costumi di un’epoca seguendo un percorso di immagini e musica.

Le immagini. Il veicolo rivoluzionario di metà del secolo scorso ( a cominciare da metà degli anni ’50 e poi via via diffusosi nel corso degli anni ’60) è stato sicuramente la televisione: in Italia era l’occasione per riunioni condominiali e familiari. Anche nei palazzi e nei bar di Bari chi acquistò per primo la televisione divenne un sicuro punto di riferimento.In particolare ”Carosello” era lo spazio destinato alla pubblicità dei prodotti della società di consumo dell’epoca: seguire gli spot , affezionarsi ai personaggi e imparare le canzoncine segnava il tempo del cambiamento del Paese, della sua voglia di crescere e svilupparsi.

Con la conferenza-spettacolo curata e raccontata da Franco Liuzzi attraverso slides animate si inquadra un’intera epoca. E come in tutte le storie anche in questa si percepisce  l’affresco di un’Italia pronta a far leva sui suoi migliori riferimenti per dare vita ad un grande fermento industriale e culturale. In “Carosello” appaiono evidenti i fili che collegano la pubblicità al teatro, alla musica, al cinema. In questo laboratorio televisivo confluiscono oltretutto talenti consolidati e giovani promesse ma anche applicazioni innovative assolutamente moderne. Un aspetto interessante è anche la nascita di personaggi storici a cui gli attori rimarranno profondamente legati: Cesare Polacco e l’ispettore Rock per la Brillantina Linetti o Ernesto Calindri per China Martini e poi Cynar.

E la moda. Anche questa una vera rivoluzione! A raccontarla e commentarla la semiologa Patrizia Calefato.

Si diceva della musica: gli anni ’60 riescono a far confluire in un unico percorso società, costumi e musica, è l’affermazione del rock’n’roll con i grandi nomi (i Beatles, i Rolling Stones e Bob Dylan in primo luogo) che incitano e accompagnano alla lettura critica della società dell’epoca. Una voglia di cambiamento e di rivoluzione di usi e costumi che hanno attraversato la famiglia, la scuola, i luoghi di lavoro. Anche a Bari la scoperta da parte dei più giovani di un mondo ‘diverso’ faceva il paio con la lotta dei loro padri per un mondo ‘migliore’.

Con il concerto dei Vintage Project Trio ( Pasquale Boffoli voce harmonica e percussioni, Ninni Pirris chitarra acustica Martin e voce e Graziana Aceto violino e voce) e la loro cavalcata tra i grandi nomi della scena musicale dell’epoca è facile cogliere il vento che le scene musicali inglese e americana imposero al mondo, abbattendo barriere, convenzioni e diversità. E anche a Bari nascevano i primi gruppi rock…………………

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: